Progetto Mnemosyne, Mirco Goldoni

ProgettoMnemosyneMircoGoldoni

Non sono mai stata una persona particolarmente attratta della fantascienza, o almeno non se questa non racchiude al suo interno anche una massiccia dose di psicologia. Progetto Mnemosyne mi ha incuriosita proprio per questo motivo, per questo suo mix di elementi che Mirco Goldoni evidenzia già nella trama ponendoci di fronte un serio quesito:

” Ricordi. I ricordi sono tutto per ciascuno di noi. Noi siamo i nostri ricordi. Allora come può il giovane Frank navigare in quelli degli altri?

La trama

Un professore del Mit di Boston e i suoi esperimenti, travolgono uno studente brillante in un viaggio nel viaggio che permetterà loro di esplorare gli angoli più reconditi della mente umana. I due impareranno così a conoscersi oltre le apparenze e cercheranno di recuperare insieme verità nascoste nel tempo e nello spazio, tra i ricordi.

Un progetto ambizioso che porta il nome di una Dea Greca, personificazione della memoria e del potere di ricordare: Mnemosyne. Un progetto segreto che fin da subito si rivela più pericoloso del previsto.

Colpi di scena, indizi e collegamenti

Oltre la citazione del testo in copertina, mi piacerebbe davvero tanto poter trascrivere qui anche le prime pagine di Progetto Mnemosyne almeno fino al primo colpo di scena. Questo è arrivato molto in fretta e nonostante la sua tempestività, mi ha fatto un grande effetto; mi ha davvero sorpresa e ha subito confermato che questa lettura avrebbe continuato a coinvolgermi fino alla sua fine. Uno di quei colpi di scena che nel tempo mi farà piacere riportare a galla dalla mia memoria da lettrice. Inoltre, mi ha anche fatto comprendere quanto l’autore provi piacere a nascondere indizi e collegamenti tra la storia e i personaggi.

Lo stile di scrittura

Mirco Goldoni si fa spazio con maestria tra gli autori capaci di raccontare in modo scorrevole argomenti che per i non esperti possono risultare complessi. Ci parla di evoluzione dell’universo, di nuove teorie, di stelle, e di deep web, e lo fa senza privarsi di utilizzare termini scientifici e tecnici perché comunque non tralascia i chiarimenti; semplici, immediati e ben giustificati nella narrazione da dialoghi gestiti impeccabilmente.

Romanzo d’esordio

Progetto Mnemosyne, pubblicato tramite la piattaforma di self-publishing Mosaico Edizioni è il romanzo d’esordio di Mirco Goldoni, autore che ho avuto il piacere di scoprire tramite il canale Youtube di Eleonora Marsella e di cui non vedo l’ora di leggere altre avventure. Magari un sequel? Sarebbe bello, perciò che dirti Mirco? Verbum vincit, io ti aspetto!

Seguimi su Instagram

lalibreriaincompleta

Altri articoli dal mio blog

Rispondi